Home / Diritto Privato e Antitrust dell'UE – A.A. 2015-2016

Diritto Privato e Antitrust dell'UE – A.A. 2015-2016

CORSO COMPLEMENTARE ATTIVO PRESSO LA FACOLTA’ DI GIURISPRUDENZA UNIVERSITA’ DI TRENTO

Docenti: Gian Antonio Benacchio – Michele Carpagnano – Michele Cozzio

Anno Accademico 2015-2016 – 1° Semestre – 6 crediti

Codice Esse3: 25266

Le lezioni inizieranno il 14 settembre 2015 

E’ possibile iscriversi al Corso a partire dal 31 agosto 2015 tramite esse3.

Il Corso osserverà il seguente orario:

  • Lunedì, ore 15,00 – 17,00 Aula C
  • Martedì ore 13,00 – 15,00 Aula 3
  • Mercoledì ore 9,00 – 11,00 Aula 3

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di far conoscere allo studente il ruolo sempre più importante del diritto UE sul diritto civile e commerciale dei Paesi membri, di fare comprendere i mec- canismi attraverso i quali opera l’attività di armonizzazione e di unificazione del diritto privato, di far conoscere, con senso critico, le modalità e gli strumenti con i quali il nostro diritto evolve in chiave comunitaria.

PREREQUISITI

Avere sostenuto gli esami di Istituzioni di Diritto privato II.

PROGRAMMA DEL CORSO

Il corso, che dà per acquisita la conoscenza delle Istitu- zioni e delle fonti del diritto della Comunità europea, in- tende innanzitutto approfondire alcune tematiche relative agli effetti del diritto europeo sui rapporti interprivatistici, sia attraverso l’analisi degli effetti diretti e indiretti del Trattato, delle direttive e dei regolamenti, sia attraverso lo studio delle decisioni della Corte di giustizia che pro- ducono conseguenze immediate nell’evoluzione del diritto privato nazionale. In questa prospettiva saranno evidenziati i fenomeni, estremamente interessanti ed attuali, relativi alla circolazione intracomunitaria delle regole e dei modelli giuridici, alla comunitarizzazione dei diritti nazionali, alla trasposizione dei concetti, alle tecniche di armonizzazione e di uniformazione delle regole nazionali di diritto civile e commerciale.

Nella seconda parte del corso saranno esaminati alcuni tra i più rilevanti settori del diritto privato comunitario, dai con- tratti del consumatore alla responsabilità del produttore, dal diritto societario al commercio elettronico, dalla pub- blicità ingannevole ai brevetti e così via. Una particolare attenzione sarà poi dedicata al diritto antitrust, nell’ambito del quale saranno analizzate e approfondite le fattispecie in materia di intese restrittive della concorrenza, di abuso di posizione dominante, di aiuti di Stato e di controllo di concentrazioni. Oltre all’esame delle fattispecie saranno illustrate ed analizzate le modalità di applicazione delle regole da parte della Commissione Europea e delle Autorità nazionali di Concorrenza (public antitrust enforcement), nonché da parte dei Tribunali civili nelle azioni di risarcimento dei danni (private antitrust enforcement). Specifico approfondimento sarà dedicato anche alle azioni di classe poste a tutela dei consumatori (class action). Le lezioni saranno corredate da un apparato casistico in cui sarà stimolato il coinvolgimento degli studenti nella analisi e discussione dei casi più rilevanti (come ad es. il caso del cartello delle Vitamine, i casi Microsoft, Google, Apple ecc.).

METODI DIDATTICI

Per gli studenti frequentanti il corso affiancherà lo studio degli istituti all’analisi diretta di documenti, quali sentenze delle corti UE ed italiane, testi normativi ed altri materiali che saranno distribuiti e discussi durante le lezioni.

MODALITA’ DI VERIFICA DELL’APPRENDIMENTO

L’esame si svolgerà in forma orale e verterà esclusivamente sulle parti del testo che saranno indicate all’inizio del corso (e che saranno pubblicate sulla pagina web). Con gli studenti frequentanti potranno essere concordate parti diverse o sostitutive in funzione delle scelte operate durante lo svolgimento delle lezioni.

TESTI DI RIFERIMENTO

−G. Benacchio, Diritto privato dell’Unione Europea (Fonti, modelli, regole), Cedam, Sesta edizione, 2013, limitatamente alle parti che saranno rese note all’inizio del corso.

−Trattato F.U.E.

CRITERI PER ASSEGNAZIONE TESI DI LAUREA

Nessuna indicazione particolare.

 

In cima