Home / ANTITRUST ENFORCEMENT / PUBLIC ANTITRUST ENFORCEMENT / Abuso di posizione dominante / SERVIZI DI MESSA A BORDO DI JET FUEL NELL’AEROPORTO DI BERGAMO: L’AGCM AVVIA ISTRUTTORIA PER POSSIBILE ABUSO DI POSIZIONE DOMINANTE

SERVIZI DI MESSA A BORDO DI JET FUEL NELL’AEROPORTO DI BERGAMO: L’AGCM AVVIA ISTRUTTORIA PER POSSIBILE ABUSO DI POSIZIONE DOMINANTE

Aeroporto_di_Milano-MalpensaCon provvedimento del 14 giugno 2017, a fronte di una segnalazione ricevuta, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha deliberato di avviare un’istruttoria nei confronti delle società Aeroporto Civile di Bergamo Orio al Serio S.p.A. (“SACBO”), gestore dell’aeroporto di Bergamo, e Levorato Marcevaggi S.r.l. (“Levorato Marcevaggi”), titolare dell’unico deposito di stoccaggio di Jet fuel presente all’interno del sedime aereoportuale, per possibili violazioni dell’articolo 102 del TFUE.

In particolare, secondo l’Autorità il gestore aereoportuale SACBO avrebbe mantenuto un assetto contrattuale tale da generare una situazione di sostanziale monopolio nel mercato dei servizi di into plane nell’aereoporto di Bergamo, riservando a Levorato Marcevaggi l’accesso esclusivo al deposito; dal canto suo, quest’ultima, a fronte delle richieste di accesso formulate dai vari operatori per la prestazione di servizi di messa a bordo in concorrenza con essa, avrebbe ingiustificatamente rifiutato l’accesso al deposito.

L’Autorità ha  ritenuto di rigettare la richiesta di misure cautelari presentata dal segnalante, non sussistendo allo stato il requisito dell’urgenza dovuta al rischio di un danno grave e irreparabile per la concorrenza.

Il procedimento dovrà concludersi entro il 31 dicembre 2017.

Il provvedimento è disponibile qui: A507.

Fonte: AGCM

Download PDF
In cima