Home / ANTITRUST ENFORCEMENT / PUBLIC ANTITRUST ENFORCEMENT / Abuso di posizione dominante / SOCIETÀ INIZIATIVE EDITORIALI/SERVIZI DI RASSEGNA STAMPA NELLA PROVINCIA DI TRENTO: L’AGCM SANZIONA SIE PER ABUSO DI POSIZIONE DOMINANTE

SOCIETÀ INIZIATIVE EDITORIALI/SERVIZI DI RASSEGNA STAMPA NELLA PROVINCIA DI TRENTO: L’AGCM SANZIONA SIE PER ABUSO DI POSIZIONE DOMINANTE

stampaCon provvedimento del 20 dicembre 2017, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha accertato l’abuso di posizione dominante di S.I.E. S.p.A. – Società Iniziative Editoriali (SIE), imponendole una sanzione amministrativa pari a € 1.083,34.

Secondo l’Autorità, infatti, la condotta posta in essere dalla Società consistente nel rifiuto di concedere in licenza a un operatore di rassegne stampa i diritti di rassegna stampa del quotidiano L’Adige, quantomeno nel periodo tra il 20 settembre 2016 e il 4 aprile 2017, costituisce un abuso di posizione dominante contrario all’articolo 3 della legge n. 287/90, in grado di condizionare significativamente la concorrenza nel mercato dei servizi di rassegna stampa quotidiana nella Provincia Autonoma di Trento e di mettere a rischio la fornitura di un prodotto per il quale esiste già una domanda effettiva.

L’illecito considerato è stato ritenuto grave. Ciò nonostante, la esigua sanzione imposta è stata calcolata, valorizzando la breve durata della condotta e la circostanza che la stessa non ha prodotto effetti pregiudizievoli sul mercato in ragione della tempestiva implementazione della misura cautelare da parte di SIE.

Come si ricorderà, infatti, nel dicembre 2016 l’AGCM aveva avviato il procedimento A503 nei confronti delle società SIE, per una possibile violazione dell’art. 3 della legge n. 287/90, ipotizzando al contempo la necessità di misure cautelari. Con delibera del febbraio 2017 l’AGCM aveva in effetti adottato tali misure, disponendo che (i) la società dovesse rilasciare senza indugio licenze volte a conferire il diritto di inserire nelle rassegne stampa degli operatori che ne facciano richiesta i contenuti della testata l’Adige, a condizioni eque, ragionevoli e non discriminatorie; (ii) il rilascio della licenza dovesse avvenire entro quindici giorni dalla richiesta; (iii) entro venti giorni dalla notifica del suddetto provvedimento, la società dovesse inviare una relazione dettagliata sull’attività svolta per ottemperare alla presente decisione allegando, tra le altre cose, i contratti di licenza sottoscritti ovvero le bozze degli stessi. Con il medesimo provvedimento cautelare l’AGCM si era riservata di intervenire per determinare le condizioni di rilascio della licenza nel rispetto dei principi di equità, ragionevolezza e non discriminazione, in caso di mancato accordo tra SIE e l’operatore di servizi di rassegna stampa sul punto, e da ciò segue il nuovo intervento in via d’urgenza.

Con provvedimento del 22 marzo 2017, l’AGCM, in considerazione del mancato accordo raggiunto tra SIE ed Euregio S.r.l. GmbH e delle persistenti esigenze cautelari, aveva deliberato che SIE concedesse la licenza per i diritti di rassegna stampa de L’Adige a chi ne avesse fatto richiesta, utilizzando come parametro economico la medesima percentuale sul fatturato annuale riconosciuta dagli operatori di rassegna stampa a Promopress (a oggi 8%) e calcolando la fee in maniera proporzionale all’incidenza degli articoli tratti da L’Adige rispetto al totale degli articoli recensiti dall’operatore richiedente la licenza.

Il provvedimento è disponibile qui: A503.

Fonte: AGCM

Download PDF