Home / ANTITRUST ENFORCEMENT / PUBLIC ANTITRUST ENFORCEMENT / Abuso di posizione dominante / COMPETIZIONI AMATORIALI EQUESTRI: SANZIONE DI 450MILA EURO ALLA FEDERAZIONE ITALIANA SPORT EQUESTRI (FISE)

COMPETIZIONI AMATORIALI EQUESTRI: SANZIONE DI 450MILA EURO ALLA FEDERAZIONE ITALIANA SPORT EQUESTRI (FISE)

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm) ha deliberato che la FISE, a partire almeno dal luglio 2017, ha posto in essere un abuso di posizione dominante consistente nell’attuazione di una strategia volta a restringere in maniera sostanziale gli ambiti di svolgimento dell’attività amatoriale, limitando fortemente l’ambito di operatività degli operatori concorrenti ed ampliando la propria sfera di attività, in violazione dell’articolo 102 TFUE. L’Agcm ha, peraltro, ritenuto che la FISE non abbia rispettato gli impegni resi obbligatori dall’Autorità con delibera dell’8 giugno 2011, in violazione dell’articolo 14-ter, commi 2 e 3, della legge n. 287/90.

In particolare, l’Autorità ha accertato che la strategia anticoncorrenziale della FISE, volta a limitare l’ambito dell’organizzazione delle competizioni amatoriali equestri, si è realizzata mediante l’abuso, da parte della FISE dei propri poteri regolamentari, concretizzatosi in una serie di condotte volte a impedire alle organizzazioni concorrenti di esercitare la propria attività e ostacolando così lo sviluppo della concorrenza nel mercato rilevante.

La sanzione imposta è stata pari a Euro 451.090,82.

Il provvedimento è disponibile qui: A378E.

Fonte: AGCM

Download PDF