Home / ANTITRUST ENFORCEMENT / PUBLIC ANTITRUST ENFORCEMENT / Abuso di posizione dominante / GESTIONE E INTERMEDIAZIONE DEI DIRITTI CONNESSI AL DIRITTO D’AUTORE: L’AGCM PUBBLICA GLI IMPEGNI PRESENTATI DAL NUOVOIMAIE

GESTIONE E INTERMEDIAZIONE DEI DIRITTI CONNESSI AL DIRITTO D’AUTORE: L’AGCM PUBBLICA GLI IMPEGNI PRESENTATI DAL NUOVOIMAIE

Diritto-autoreIn data 24 ottobre 2016 l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (di seguito, AGCM) ha deliberato di pubblicare gli impegni presentati dal Nuovo Istituto Mutualistico per la tutela dei diritti degli Artisti Interpreti Esecutori (di seguito, NUOVOIMAIE) ai sensi dell’articolo 14-ter della legge n. 287/90.

Eventuali osservazioni sugli impegni presentati dovranno pervenire entro e non oltre il 23 novembre 2016, mentre NUOVOIMAIE potrà offrire eventuali rappresentazioni in relazione alle osservazioni presentate da terzi, nonché introdurre eventuali modifiche accessorie agli stessi entro e non oltre il 23 dicembre 2016.

Gli impegni pubblicati, perché ritenuti non manifestatamente infondati, consistono in sintesi:

– nell’impegno (Impegno n. 1) a non pubblicizzare in alcun modo l’attività che l’Istituto potrà essere tenuto a svolgere in base al contratto sottoscritto con IMAIE in Liquidazione (di seguito, IMAIE I.L.), in data 3 giugno 2014, né utilizzare in alcun modo le informazioni di cui potrà venire a conoscenza in virtù di tale contratto per finalità estranee al contratto medesimo;

– nell’impegno (Impegno n. 2) a non richiedere l’esclusiva nel contesto di accordi di sponsorizzazione, partnership o similari, aventi ad oggetto manifestazioni musicali o cinematografiche;

– nell’impegno (Impegno n. 3) a rendere noto, per iscritto, anteriormente all’iscrizione o al conferimento del mandato da parte di un AIE, che l’Istituto trattiene una percentuale dei diritti raccolti per coprire tutti i suoi costi di gestione (c.d. “aggio”) e che tale percentuale viene quantificata annualmente in sede di formulazione del bilancio, inserendo tali informazioni anche nei moduli di iscrizione e di mandato;

– nell’impegno (Impegno n. 4) a concedere in licenza l’accesso alla banca dati costituita da NUOVOIMAIE (di seguito, “Banca Dati NI”), “a condizioni eque, ragionevoli e non discriminatorie (fair, reasonable and non-discriminatory)” e con modalità tali da: (i) consentire la piena consultazione ed utilizzo (con tutte le disposizioni di ricerca) della Banca Dati NI al fine di porre in essere tutte le attività di gestione e intermediazione dei diritti connessi al diritto d’autore spettanti agli AIE (ivi compresa l’attività di calcolo del compenso dovuto agli AIE rappresentati, sia nei rapporti con gli utilizzatori, sia nei rapporti con il singolo AIE); (ii) non permettere lo scaricamento dei dati (download) e/o il caricamento di dati nuovi o diversi (upload);

– nell’impegno (Impegno n. 5) a fornire a tutti gli Intermediari Abilitati copia informatica completa della banca dati di titolarità di IMAIE I.L., ove la stessa dovesse divenire parte del residuo attivo di cui all’art. 7 del Decreto Legge 30 aprile 2010, n. 64, convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, L. 29 giugno 2010, n. 100;

– nell’impegno (Impegno n. 6) ad inviare a tutte le collecting estere con cui sia in corso un contratto bilaterale di durata pluriennale, sottoscritto nel periodo che va dalla data di pubblicazione del decreto legge n. 1/2012 alla data di accreditamento del primo Intermediario Abilitato rispettivamente nei settori musicale e audiovisivo, una comunicazione con cui le si informi che, in deroga a quanto previsto dal relativo contratto, NUOVOIMAIE concede alla collecting estera il diritto di recedere in qualunque momento, con mero preavviso di 30 giorni, ferma restando, in caso di recesso dal contratto bilaterale da parte della collecting estera, la possibilità per le parti di sottoscrivere un contratto unilaterale;

– nell’impegno (Impegno n. 7) ad inviare a tutte le collecting estere con cui sia in corso un contratto bilaterale di durata pluriennale una comunicazione con cui le si informi che in Italia operano, oltre al NUOVOIMAIE, altri intermediari iscritti nel registro pubblicato sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria, di cui all’art. 3, comma 2, del DPCM 19 dicembre 2012, comunicando altresì i nominativi di tutti gli Intermediari Abilitati e precisando l’indirizzo Internet con cui è possibile rinvenirli;

– nell’impegno (Impegno n. 8) a sottoscrivere, in futuro, con collecting estere unicamente contratti di durata annuale che richiedano, per il loro rinnovo, una manifestazione, espressa in forma scritta, della volontà di entrambi i contraenti di rinnovare l’accordo alle medesime condizioni;

– nell’impegno (Impegno n. 9) a proporre ad Artisti 7607 Società Cooperativa (di seguito, Artisti 7607) e a Diritti Artisti IPAA S.r.l. (di seguito, IPAA), con riferimento ai contratti con Sky e Fox relativi al periodo fino al 30 giugno 2014, la costituzione di una Commissione Tecnica cui affidare la determinazione delle somme spettanti agli AIE di ciascuna collecting, agli AIE apolidi ed agli AIE non individuati per il periodo 1 novembre 2013 – 30 giugno 2014, nonché l’individuazione di forme di utilizzo delle somme spettanti agli AIE non individuati ed agli AIE apolidi in favore dell’intera categoria;

– nell’impegno (Impegno n. 10) a proporre alle controparti, con riferimento al contratto in essere con AICA e Federalberghi, una modifica contrattuale in modo da prevedere che le somme spettanti all’Istituto siano determinate conformemente a quanto previsto dall’art. 3, comma 3, del DPCM del 17 gennaio 2014 e sulla base dei dati trasmessi, con riferimento ai singoli anni solari, dalla SIAE;

– nell’impegno (Impegno n. 11) a sottoscrivere in futuro con gli utilizzatori contratti che prevedano la corresponsione, in favore dell’Istituto, unicamente delle somme spettanti agli AIE propri mandanti, offrendo contestualmente a tutti gli Intermediari Abilitati la propria disponibilità a costituire una Commissione Tecnica cui affidare l’incarico di: (i) essere di ausilio nella trattativa con gli utilizzatori con l’obiettivo di rendere più agevole, certa e celere la corresponsione, da parte degli utilizzatori in favore di tutti gli Intermediari Abilitati, dei compensi spettanti agli AIE loro mandanti; (ii) individuare forme di utilizzo delle somme spettanti agli AIE non individuati ed agli AIE apolidi in favore dell’intera categoria;

– nell’impegno (Impegno n. 12) a proporre alla Rai – Radiotelevisione Italiana S.p.A. (di seguito, Rai) per il servizio di metadatazione ed elaborazione dati per collecting interpreti ed esecutori, oggetto della procedura competitiva n. 6338691, la sottoscrizione di un contratto di licenza avente ad oggetto “l’accesso, da parte di un tecnico terzo indipendente individuato dalla stessa Rai, alla Banca Dati NI (ad esclusione dei dati personali relativi agli AIE) a condizioni eque, ragionevoli e non discriminatorie (fair, reasonable and non-discriminatory)”.

Come si ricorderà, il procedimento era stato avviato nell’aprile scorso per accertare l’esistenza di un abuso di posizione dominate, in violazione dell’articolo 102 del TFUE. Secondo l’impianto accusatorio, nelle more del processo di liberalizzazione e dell’ingresso formale dei suoi concorrenti, NUOVOIMAIE avrebbe goduto del vantaggio concorrenziale dato dalla sua posizione di successore ex lege del vecchio Istituto mutualistico in liquidazione, IMAIE. NUOVOIMAIE avrebbe sfruttato indebitamente tale vantaggio ponendo in essere una strategia escludente complessiva, tuttora in corso, che si è articolata in varie condotte di pre-emption dei neo-liberalizzati mercati della gestione e intermediazione dei diritti connessi al diritto d’autore a danno dei concorrenti (effettivi o potenziali).

Il provvedimento finale è disponibile qui: a489

Fonte: AGCM

Download PDF