Home / ANTITRUST ENFORCEMENT / L’AUTORITÀ ANTITRUST UNGHERESE (GVH) SANZIONA 11 BANCHE PER INTESE RESTRITTIVE DELLA CONCORRENZA IN RELAZIONE AI FINANZIAMENTI A BREVE TERMINE

L’AUTORITÀ ANTITRUST UNGHERESE (GVH) SANZIONA 11 BANCHE PER INTESE RESTRITTIVE DELLA CONCORRENZA IN RELAZIONE AI FINANZIAMENTI A BREVE TERMINE

duna03I prestiti al consumo sono stati molto popolari e offerti a tassi particolarmente vantaggiosi nel mercato consumer ungherese, finché il tasso di cambio del Fiorino è rimasto più forte delle valute estere utilizzate. Tuttavia, dal momento che la crisi economica mondiale ha determinato un significativo deprezzamento del tasso di cambio del Fiorino ungherese nel 2009, gli interessi sulle rate di rimborso mensili di tali prestiti sono drasticamente aumentati. L’iniziativa del governo, nel 2012, si è quindi inserita in questo contesto e ha introdotto una legge in base alla quale le banche commerciali sono tenute ad accettare il pagamento anticipato in Fiorini ungheresi dei prestiti al consumo in valuta estera applicando tassi di conversione fissi più vantaggiosi rispetto a quelli disponibili nel mercato in quel momento. Il pagamento anticipato di tali prestiti a un tasso di conversione di particolare vantaggio per il consumatore avrebbe però provocato ingenti perdite per le banche.
Secondo l’Autorità per la concorrenza ungherese, le banche, al fine di mitigare le loro perdite, avrebbero deciso di coordinare il loro comportamento sul mercato per scoraggiare i consumatori dal richiedere tali prestiti, rendendo particolarmente complessa la loro richiesta.

L’Autorità di concorrenza ha pertanto sanzionato le 11 banche per un totale di 9.48 miliardi di HUF (circa 32 milioni di Euro).

Per maggiori informazioni consultare il seguente link.
Fonte: Reuters

Download PDF

Lascia un Commento