Home / ANTITRUST ENFORCEMENT / MERCATO DELLA FORNITURA DEI SERVIZI POSTALI: L’AGCM IPOTIZZA UN ABUSO DI DIPENDENZA ECONOMICA

MERCATO DELLA FORNITURA DEI SERVIZI POSTALI: L’AGCM IPOTIZZA UN ABUSO DI DIPENDENZA ECONOMICA

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm) ha deliberato l’avvio di un’istruttoria ai sensi dell’art. 9, comma 3-bis, della legge n. 192/98 e dell’art. 14 legge n. 287/90, nei confronti della società Poste Italiane S.p.A.

Il provvedimento è stato adottato a seguito della segnalazione di Soluzioni s.r.l., che ha lamentato l’imposizione, da parte di Poste Italiane, di clausole contrattuali ingiustificatamente gravose. In particolare, secondo l’ipotesi accusatoria, dopo l’interruzione dei rapporti contrattuali, intervenuta a metà del 2017, Soluzioni non sarebbe, di fatto, riuscita a offrire altrimenti i servizi che svolgeva nel mercato. Causa di questa situazione sarebbe stato l’obbligo di rispettare regole e parametri organizzativi ritenuti tali da irrigidire eccessivamente la struttura aziendale, rendendola inadatta a operare con soggetti diversi da Poste Italiane.

A quanto consta, è il terzo caso di abuso di dipendenza economica istruito dall’Agcm.

Il procedimento dovrà concludersi entro il 30 giugno 2021.

Il provvedimento di avvio è disponibile qui: A539

Fonte: Agcm

Download PDF