Home / ANTITRUST ENFORCEMENT / PUBLIC ANTITRUST ENFORCEMENT / Abuso di posizione dominante / TAXI: L’AGCM AVVIA UNA NUOVA ISTRUTTORIA PER POSSIBILE ABUSO

TAXI: L’AGCM AVVIA UNA NUOVA ISTRUTTORIA PER POSSIBILE ABUSO

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), a seguito di una segnalazione della società Mytaxi Italia S.r.l, ha deliberato l’avvio di un procedimento istruttorio per possibile abuso di posizione dominante (in violazione degli articoli 102 TFUE e 3 della legge 287/90), nei confronti della società di gestione del servizio radio taxi a Torino, Società Cooperativa Taxi Torino. Contestualmente, è stato avviato un procedimento cautelare.

Il procedimento riguarda le clausole contenute nello Statuto della società investigata, che individuano obblighi di non concorrenza a carico degli aderenti alla cooperativa (oltre il 90% dei tassisti attivi a Torino), nonché le esclusioni di alcuni tassisti soci che hanno violato detti obblighi.

Più in particolare, secondo l’impianto accusatorio gli obblighi di non concorrenza contestati sarebbero volti a impedire l’utilizzo simultaneo da parte dei tassisti aderenti alla cooperativa di più intermediari per la fornitura di servizi di raccolta e smistamento della domanda di taxi, vincolandoli a destinare tutta la propria capacità (in termini corse/turno) alla cooperativa stessa. Tali clausole in sede di avvio sono state ritenute dall’AGCM idonee a impedire o ostacolare l’accesso e lo sviluppo di altri fornitori e, in particolare, del segnalante Mytaxi.

Il provvedimento è disponibile qui: A521_avvio istr.

Fonte: AGCM

Download PDF